Fusion Farm 4 Sport

  Integratori
per la massa muscolare

Fusion Farm, azienda parafarmaceutica italiana, presenta il suo HMB integratore per l’aumento della massa muscolare

INTEGRATORI MASSA MUSCOLARE: perchè usarli?

la palestra & gli integratori per massa muscolare

HMB, CARNOSINA E CARNITINA

Gli integratori per palestra sono di natura alimentare e contengono i nutrienti necessari per accrescere e per mantenere la massa muscolare; sono quindi dei prodotti ideali per coloro che praticano sport e ambiscono a raggiungere una resa importante durante le sessioni di allenamento. Questi integratori sono utili, ovviamente, anche a tutti coloro che hanno necessità di integrazione, a causa di carenze nutrizionali.
Gli integratori per aumentare la massa muscolare sono composti da ingredienti ad hoc e vanno assunti seguendo le indicazioni corrette e sempre seguendo un regime alimentare bilanciato.

Gli integratori adatti per coloro che vanno regolarmente in palestra, di solito contengono amminoacidi, carboidrati, vitamine, acidi grassi essenziali, minerali e ulteriori sostanze attive. Questo tipo di integratore è studiato per favorire l’ipertrofia muscolare, ovvero l’aumento della massa muscolare, ovvero del volume degli elementi che la costituiscono, come le fibre, il tessuto connettivo, le proteine, i sarcomeri, i contrattili, le miofibrille ecc…, fungendo da supporto per gli sportivi che vogliono raggiungere determinati standard.
Gli integratori per coloro che praticano sport possono essere acquistati ovunque: nelle parafarmacie, nei negozi, nelle farmacie ecc… e non richiedono prescrizione del medico.
Questi articoli sono coadiuvanti anche nella costituzione della massa magra, ovvero di ciò che rimane del corpo quando viene privato del tessuto adiposo (grasso di depositi) la quale, oltre alla massa muscolare, è costituita da denti, ossa, tessuto connettivo, organi interni e grasso essenziale.

Integratori per massa muscolare: perché e in quali casi usarli?

Gli integratori per la massa muscolare sono particolarmente funzionali quando sussistono determinati requisiti, essi infatti vanno assunti:
Perché ci si allena in modo costante e si ha l’obbiettivo di aumentare progressivamente le prestazioni;
Perché gli sportivi, durante le sessioni intense di sport, incrementano l’apporto calorico, quindi sono portati a mangiare di più (sebbene sia sempre importante attenersi a una dieta sana e specifica);
Perché gli sportivi devono essere attenti durante il recupero tra un allenamento e l’altro e essere regolari nel sonno, riposando almeno 7/8 ore a notte;
Perché si hanno carenze di specifici nutrienti e occorre integrare;

In mancanza di queste circostanze, gli integratori per la massa muscolare saranno quasi certamente meno efficaci.

É importante ricordare sempre che gli integratori si assumono per migliorare le prestazioni sportive, per evitare carenze soprattutto quando al fisico è richiesto un ulteriore consumo di energie, per rafforzare il sistema immunitario e senza mai dimenticare che è indispensabile seguire le indicazioni e la posologia e che essi vanno bilanciati con una dieta equilibrata e con delle abitudini sane, come appunto il regolare recupero tra un allentamento e l’altro e il riposo regolare la notte.

HMB & INTEGRATORI

HMB o (IdrossiMetilButirrato) è una sostanza proveniente dal metabolismo della leucina. Quest’ultima è molto importante per la crescita e resistenza del tessuto muscolare.

Cosa è l’HMB e a cosa servono gli integratori a base di HMB

L’HMB è un composto di origine naturale che viene prodotto durante il metabolismo della l-leucina (un aminoacido). Questa sigla significa B-idrossi-B metilbutirrato ed ha il compito di sintetizzare le proteine, aumentando la forza, diminuendo la degradazione dei muscoli e riducendo il tempo di ripresa.
L’aminoacido B-idrossi B-metilbutirrato (HMB) è reperibile in commercio o come ca HMB (Sali di calcio) o come FA HMB (forma libera).
L’HMB è un integratore alimentare molto usato tra i culturisti, i quali mirano a supportare la creazione del muscolo in modo ottimale. l’azione principale dell’HMB è quella di mitigare il tessuto muscolare nel momento in cui si genera un danno cellulare; per modulare l’obbiettivo da raggiungere è indispensabile che si crei una sorta di stress o di stimolo attraverso l’allenamento, in modo da far agire l’integratore alimentare HMB.

Gli integratori alimentari a base di HMB sono utili per:

  • Stimolare la sintesi delle proteine: l’azione che viene svolta dall’HMB è quella di aumentare la massa muscolare e di prevenire il catabolismo; l’equilibrio della sintesi proteica cambia e l’equilibrio viene inclinato a favore del muscolo. Nel momento in cui la sintesi proteica corrisponde alla degradazione proteica, non si verifica guadagno netto di proteine dei muscoli, generando un buon rapporto tra aumento della forza e mantenimento. La proteina del muscolo aumenta grazie all’HMB perché esso, innanzitutto, diminuisce la degradazione proteinica che viene causata da allenamenti importanti a livello molecolare, interrompendo la proteolisi attraverso la via proteolitica proteasomiale (l’enzima che rompe la proteina del muscolo) ed in secondo luogo, l’HMB metabolizza la leucina, stimolando la sintesi proteica attraverso un processo fisiologico che genera un azione ormonale, la quale crea uno stimolo all’ambiente, per dare inizio alla sintesi delle proteine. Dopo tre settimane di utilizzo dell’integratore HMB, mentre si persegue un allenamento intenso, è stato dimostrato che coloro che si sono allenati costantemente, hanno aumentato la massa magra del 300% in più rispetto ai non allenati.
  • Coadiuvare nella perdita dell’adipe corporeo: sempre secondo degli studi specofici, durante i quali si sono verificati aumenti di massa magra, è stata notata una sostanziosa perdita di peso in favore di coloro che hanno integrato con l’HMB. Alcuni di questi soggetti, sofferenti di colesterolo cattivo alto, inoltre ne hanno potuto riscontrare una notevole riduzione dopo l’assunzione di questo integratore alimentare.
  • Accelerare le tempistiche per il recupero muscolare: l’HMB ha la capacità di ridurre il danno che si crea nel muscolo durante gli esercizi intensi, riducendo di conseguenza il tempo necessario per il recupero. L’HMB dunque riduce il danno, diminuendo la degradazione proteica, stabilizzando le cellule muscolari e riducendo i danni alle membrane. La riduzione del danno alle cellule dei muscoli può essere misurata in base alla riduzione dei marcatori dello stesso danno muscolare, quali la creatina fosfochinasi nel sangue.
  • Aumentare della forza fisica: assumendo l’integratore alimentare HMB, l’aumento della forza è potenziato al massimo; questo aumento della prestazione fisica è stato verificato sia in individui di diverso genere e sia di tutte le età. Possono esserci delle variazioni basate sulla tipologia e sull’intensità dell’allenamento, ma il risultato è palese.
  • Aumentare la resistenza e il VO2 max: coloro che praticano sport di resistenza come la corsa, hanno aumentato e migliorato la propria resistenza. È stato verificato inoltre un aumento di consumo dell’ossigeno, migliorando dunque anche la compensazione respiratoria; l’acidosi metabolica viene ridotta e gli atleti sopportano meglio l’attività intensa per un lasso di tempo nettamente superiore, ritardando il momento in cui il lattato nel sangue inizia ad accumularsi.

CARNITINA & INTEGRATORI

La carnitina è un derivato aminoacidico, sostanza naturalmente presente nei cibi di origine animale.

Il ruolo biologico della carnitina è quello di trasportare degli acidi grassi a catena lunga, questi ultimi dal citoplasma vengono trasportati all’interno dei mitocondri dove produrranno energia.

Gli integratori di carnitina vengono utilizzati sia in ambito sportivo che medico.

Gli integratori a base di CARNITINA

La carnitina è un derivato aminoacidico, prodotto da due aminoacidi, la Lisina e la Metionina (in presenza di ferro, Vitamina B6, la Niacina, la Vitamina C), che viene sintetizzato nell’organismo umano, principalmente a livello renale ed epatico.
La carnitina ha un ruolo di veicolo di acidi grassi a lunga catena nella matrice mitocondriale, luogo in cui essi sono convertiti in energia tramite la Beta-Ossidazione. Essa è usata anche come integratore nutrizionale in ambito sportivo.
Il corpo umano, quando è sano, è perfettamente in grado di produrre la carnitina, ove si presenti qualche problematica o il corpo lo richieda, viene assunta come integratore alimentare ed è importante per:

  • Veicolare gli acidi grassi dentro i mitocondri, dove sono ossidati per produrre energia
  • Ottimizzare la conversione del piruvato e del lattato in AcetilCoA
  • Portare a compimento l’azione antiossidante;
  • È usata in ambito cardiologico;
  • È un vasoprotettore;
  • Migliora il quadro lipidemico, riducendo il livello ematico di trigliceridi e aumentando quelle del colesterolo HDL;

L’integrazione con la carnitina è suggerita in ambito sportivo per potenziare l’energia, per migliorare le prestazioni atletiche e la composizione del corpo. In ambito sportivo migliora i livelli di lattato, garantendo maggiore resistenza agli sforzi prolungati, riducendo il dolore muscolare. L’intensa attività fisica richiede ingenti quantità di carnitidina, per questo motivo la sua assunzione integrata facilita l’entrata degli acidi grassi nei mitocondri, aumentando il metabolismo dei lipidi e producendo energia.
È un ottimo mediatore cellulare per un metabolismo lipidico ottimizzato e svolge un ruolo benefico sull’apparato muscolo-scheletrico e cardiovascolare.

CARNOSINA & INTEGRATORI

La carnosina è una molecola composta dagli amminoacidi istidina e alanina. Ha proprietà antiossidanti e anti-invecchiamento.

Cosa è la CARNOSINA e a cosa servono gli integratori

La carnosina è una proteina composta da due amminoacidi, noti come B-alanina e istidina ed è un potente antiossidante che protegge le cellule dall’ossidazione. La carnosina è presente in molti dei tessuti corporei di quasi tutti i vertebrati, compreso l’uomo e si trova principalmente nei muscoli, nel cuore e nel cervello, in percentuali abbastanza alte.
La carnosina è presente nella carne di manzo, di pollo, nel pesce ed è assente nel regno vegetale. La carenza non deve preoccupare vegetariani e vegani, poiché tantissimi antiossidanti sono comunque presenti in natura.
Si tratta di un potente antiossidante che protegge dai danni che possono essere causati dalle radiazioni, è un notevole cicatrizzante per le ferite, migliora la funzionalità del cuore ed è molto usata in campo della medicina antiaging e nella dietetica sportiva. Quando viene assunta l’assorbimento la mantiene intatta, per essere poi scomposta nel sangue quando raggiunge il tratto gastrointestinale, soprattutto nel momento in cui si pratica attività fisica regolare.
La carnosina è assunta come integratore quando si vuole ricorrere a dei rimedi antiaging, in caso di bisogno di antinfiammatori ed è un agente neuro protettore. È usata come integratore per prevenire stati ossidativi per la cataratta, nella medicina sportiva e antietà, contrasta i radicali liberi e protegge le strutture cellulari dalla formazione di addotti dannosi. Essa riduce i livelli di ossidazione delle LDL, prevenendo eventuali danni aterosclerotici.
La carnosina è il principale tampone nel muscolo, dunque l’utilizzo di integratori di questo tipo è capace di contrastare eventuali variazioni del PH favorendo una maggiore produzione di acido lattico nei muscoli, in questo modo l’atleta non subisce il declino dell’attività contrattile e risente in maniera molto minore della stanchezza dovuta alla stessaattività fisica, evitando di dover ridurre la sua performance. Essa è dunque assunta durante le performance sportive a media e alta intensità, come tampone muscolare.
La carnosina aiuta nella prevenzione della glicosilazione, questo processo corrisponde a una risposta non enzimatica dei saccaridi con gli amminoacidi che compongono le proteine. Il risultato del processo di glicosilazione sono gli AGE, il quale accumulo diminuisce il funzionamento dei reni e dei nervi, aumentando il rischio di imbattersi in malattie cardiovascolari e tumorali.
Pare che gli AGE siano anche alla base dell’invecchiamento e si formano quando la glicemia è alta, causano il diabete. Diversi studi hanno dimostrato pertanto che la carnosina aumenta la longevità dei fibroblasti umani e sebbene ancora sia sottoposta a studi, sembra sia un notevole integratore antinvecchiamento.

Fusion Farm Muscle

Integratore alimentare per la massa muscolare a base di

\

idrossimetilbutirrato

\

carnosina

\

magnesio

\

butirrato di sodio

\

lattoferrina

about

L’integratore muscolare

Fusion Farm MUSCLE

Fusion Farm Muscle è l’unico integratore per il muscolo contenente la formulazione brevettata Sitrophin [patent application IT102017000050442(UA2017A003293) PCT/IB2018/053248].

Che cosa è Sitrophin?

Sitrophin è una combinazione di sostanze naturali : Lattoferrina e Butirrato di Sodio. Quest’ultimo viene naturalmente prodotto dalla “flora batterica intestinale amica” ed esercita un’azione riparativa e preventiva sull’integrità dell’intestino. La Lattoferrina è invece contenuta in alcuni alimenti (come il Latte) ed è normalmente presente in alcune secrezioni corporee a scopo difensivo (come nelle lacrime e nella saliva ). Essa è una proteina che ha dimostrato avere un ruolo nello sviluppo dell’intestino. La formulazione brevettata Sitrophin è una combinazione di queste due sostanze naturali con azione sinergica che ha dimostrato in test in vitro di proteggere efficacemente l’intestino e la struttura dei villi intestinali dallo stress indotto . I villi servono per l’assorbimento dei macro e micronutrienti (proteine, carboidrati, lipidi, sali minerali, vitamine ed oligoelementi).

Perchè Sitrophin?

Il nostro intestino ed in particolare la prima parte, ovvero l’intestino tenue dove avvengono le ultime fasi digestive dei nutrienti ed anche il loro assorbimento, è soggetto a continui attacchi da parte di batteri , sostanze chimiche, stress. In questa porzione così delicata dell’intestino si trovano i villi intestinali che servono per l’assorbimento dei nutrienti e, tra cellula e cellula, esistono dei sigillanti (Tight Junction) che le tengono ben strette tra di loro impedendo il passaggio di tutto ciò che può essere potenzialmente dannoso; tutto questo fa parte della cosìddetta “barriera intestinale” [1]. Purtroppo i sigillanti sono il bersaglio favorito di sostanze tossiche, chimiche e di derivazione batterica (LPS) ma anche dello stress (2,3) ed è proprio per effetto di tali attacchi esterni che le tight junction si possono aprire permettendo il passaggio di elementi dannosi attraverso l’intestino nella circolazione sanguigna generale creando uno stato infiammatorio di basso grado che si ripercuote sulla funzionalità degli organi e dei tessuti aprendo di fatto la strada a numerose patologie (artrite reumatoide, diabete, malattie autoimmuni, allergie, celiachia, morbo di Chron e malattie intestinali croniche)[1,4,5,6 ]. Questo stato “infiammatorio di basso grado” interferisce con l’attività e la funzionalità dei villi intestinali e dei tessuti di tutto l’organismo tra cui anche il tessuto muscolare. Infatti lo stesso invecchiamento che porta alla perdita di tessuto muscolare (Sarcopenia) ha origine o comunque viene amplificata da uno stato infiammatorio di basso grado (7,8,9).

Proteggere i villi intestinali significa favorire l’assorbimento dei nutrienti che invece sono essenziali per la salute non solo dei muscoli ma di tutto l’organismo!

Sitrophin: “Composizione per la prevenzione del danno intestinale” patent application IT102017000050442(UA2017A003293) e PCT/IB2018/053248.

Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il   parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai   consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.
Bibliografia
1.Hiroshi Fukui. Increased Intestinal Permeability and Decreased Barrier Function: Does It Really Influence the Risk of Inflammation?. Inflamm Intest Dis 2016;1:135–145.
2. Catalioto R.M., Maggi C. A. and Giuliani S. (2011). “Intestinal Epithelial Barrier Dysfunction in Disease and Possible Therapeutical Interventions” Curr Med Chem. 2011;18(3):398-426.
3. Fasano A. and Shea-Donohue T. (2005) Nat Clin Pract Gastroenterol Hepatol. “Mechanisms of disease: the role of intestinal barrier function in the
pathogenesis of gastrointestinal autoimmune diseases”. Sep;2(9):416-22.
4 Cani PD, Osto M, Geurts L, Everard A. Involvement of gut microbiota in the development of low-grade inflammation and type 2 diabetes associated
with obesity. Gut Microbes 2012 Jul 1; 3 (4).
5. Groschwitz K.R. and Hohan S.P. “Intestinal barrier function: molecular regulation and disease pathogenesis.” J. Allergy Cl. Imm. 2009. 124 (1):3-20.
6. Kiefer D. and Ali-Akbarian L. . “A brief evidence-based review of two gastrointestinal illnesses: irritable bowel and leaky gut syndromes”. Altern Ther Health Med 2004. 10 (3): 22–30.

7. Lee Tran and Beverley Greenwood-Van Meerveld (2013)
«Age-Associated Remodeling of the Intestinal Epithelial Barrier». J Gerontol A Biol Sci Med Sci 2013 September;68(9):1045–1056
8. . Fougère B, Boulanger E., Nourhashèmi F., Guyonnet S., Cesari M. Chronic Inflammation: Accelerator of Biological Aging. J Gerontol A Biol Sci Med Sci.2017 Sep 1;72(9):1218-1225
9.Beyer, Ingo, Mets, Tony; Bautmans, Ivan. . Chronic low-grade inflammation and age-related sarcopenia
Current Opinion in Clinical Nutrition and Metabolic Care: January 2012 – Volume 15 – Issue 1 – p 12–22

Fusion farm Muscle

Integratore alimentare per la massa muscolare a base di

\

idrossimetilbutirrato

\

carnosina

\

magnesio

\

butirrato di sodio

\

lattoferrina

about

Fusion Farm

Fusion Farm srl è un’azienda italiana nata a Viterbo nell’Ottobre 2013 ad opera di due soci, Grazia Tocchi e Dario Volpari, che hanno un solido background sviluppato con esperienze pluriennali in industrie farmaceutiche e parafarmaceutiche nazionali ed estere.

2019 Healthcare & Pharmaceutical Awards

Fusion Farm S.R.L.
Best Food Supplements Development Company 2019 – Mediterranean

contatti

Per maggiori informazioni compila il form:

9 + 11 =

oppure